Benedetta la prima pietra della Torre Medicea a Santo Stefano di Sessanio



Sabato 6 maggio, alla presenza di tante autorità e degli abitanti del luogo, è stato vissuto un momento suggestivo per la posa della prima pietra nel cantiere che prevede l’avvio per ricostruire la torre medicea a S. Stefano di Sessanio, simbolo del luogo. Il sindaco Fabio Santavicca, ha fatto gli onori di casa.




Sono intervenuti Gianni Letta, Giovanni Legnini, il presidente della regione Luciano D’Alfonso e tanti altri. Presenti il parroco don Guiseppe Mazola e il Vicario foraneo don Luigi Ferrari. Il Vescovo, giunto per benedire la prima pietra ha detto: “Ho fatto del tutto per non mancare a questo momento, significativo per Santo Stefano di Sessanio, per tutti gli abitanti, ringrazio il Sindaco, saluto tutte le autorità e i presenti. La posa di questa prima pietra è un segno forte di speranza. Dovunque si ricostruisce, con solidità e sicurezza c’è da sperare per questa nostra bella terra d’Abruzzo.



La torre medicea, è un segno identitario non solo per gli abitanti di S. Stefano, ma per l’intero e vasto territorio…Vedo che sta venendo dal cielo la pioggia, segno di benedizione dall’alto, il Signore, buono e grande nell’amore, benedica quest’opera”. Subito dopo è stata scoperta la targa commemorativa. Per Santo Stefano di Sessanio, per la sua bellezza architettonica, per la sua caratteristica, per l’albergo diffuso è stata un pagina di storia che sicuramente non verrà dimenticata e che continuerà dando appuntamento a giugno 2018, per inaugurate la torre completamente ricostruita.
Share

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.