Pellegrinaggio Sulmona – Pratola Santuario Maria SS. Della Libera



«Va’ e anche tu fa’ lo stesso». Gesù ci invita a fare come il buon Samaritano, ci chiede non solo di essere prossimi, ma di farci prossimi verso coloro che incontriamo sul nostro cammino. Questo l'impegno su cui i giovani della diocesi di Sulmona -Valva hanno riflettuto ieri, Martedì 18 Aprile, nel percorrere il cammino verso il Santuario di Maria SS. della Libera a Pratola Peligna, appuntamento ormai consueto per la nostra diocesi. Guidati dal vescovo Mons. Angelo Spina, i pellegrini, si sono dati appuntamento alle 14,30 presso il centro pastorale e hanno intrapreso insieme la strada per Pratola.




Lungo il percorso, si è voluto riflettere su alcuni testimoni autentici del Vangelo, uomini e donne che fecero della loro vita un autentico capolavoro e si misero completamente al servizio degli altri. Persone che nel quotidiano furono davvero buoni Samaritani per il prossimo, Don Lorenzo Milani nella scuola, Don Tonino Bello nell’impegno sociale, Gianna Beretta Molla nella famiglia e nel lavoro, Shahbaz Bhatti nella politica, Don Peppe Diana nell’impegno civile e religioso.









Partendo dal loro esempio si può imparare ad essere braccia forti a cui appoggiarsi, occhi pronti a vedere e menti pronte a comprendere le difficoltà, ma, soprattutto cuori pronti ad amare incondizionatamente, senza schemi mentali e pregiudizi. Emozionante l'incontro con la comunità di Pratola con la quale si è proseguito il cammino fino al Santuario di Maria SS. della Libera dinanzi al quale il Vescovo ha voluto ricordare l'importanza di contare sulle risorse dei giovani e ascoltare i loro bisogni, allontanandoli dai mali della nostra società, ha poi affidato alle cure della nostra madre premurosa Maria tutti i presenti.







Protagonisti della seconda parte del pomeriggio sono state persone che vivono e agiscono attivamente sul nostro territorio: Santo che ha descritto la sua esperienza lavorativa di educatore che opera nelle scuole e negli ospedali attraverso la clown therapy e tre ragazzi Fabrizia, Francesca e Giovanni volontari e futuri volontari dell'AVULSS, un associazione che svolge un ruolo fondamentale di assistenza negli ospedali e nelle case di riposo.







Partendo dalle testimonianze di chi come loro contribuisce quotidianamente al bene del prossimo senza grandi azioni ma semplicemente con un sorriso e svolgendo il proprio lavoro,si è riflettuto sul fatto che possiamo fare qualcosa nel nostro piccolo, ogni giorno. Dopo la riflessione del Vescovo e la preghiera comunitaria guidata dal direttore della pastorale giovanile don Domenico Villani, il pomeriggio si è concluso con una merenda preparata dalla comunità di Pratola Peligna e un momento di festa.



Share

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.