Notizie 

Feudozzo 11 luglio celebrazione di San Giovanni Gualberto – Patrono dei Carabinieri Forestali

Sabato 11 luglio, presso l’azienda del Reparto Biodiversità della Torre di Feudozzo in Castel di Sangro, i Carabinieri Forestali hanno celebrato la festa del Patrono: San Giovanni Gualberto.

Nella stupenda cornice immersa nella natura Mons. Michele Fusco è stato accolto dal Comandante Regionale dei Carabinieri Forestali Gen. B. Giampiero Costantini, dal Comandante del Reparto Col. Mauro Macino e dal picchetto a cavallo; accompagnato dal Comandante ha visitato la bella ed efficiente struttura, fiore all’occhiello vista la peculiarità.

Alle 11:00 nella Cappella del Reparto (consacrata da Mons. Santo Marcianò – Ordinario Militare per l’Italia lo scorso ottobre), nel pieno rispetto delle norme del DCPM per l’emergenza Covid-19 è stata celebrata la Santa Messa presieduta da Mons. Fusco e concelebrata da don Claudio Recchiuti, Cappellano della Legione Carabinieri Abruzzo-Molise; don Giuseppe Graziano, Cappellano della Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso; don Emanuele De Filippo, Cappellano della Base Logistico Addestrativa di Roccaraso; don Felice Fangio, parroco di San Pietro Avellana e don Domenico Franceschelli, parroco di Castel di Sangro.

Nell’omelia Mons. Fusco ha ringraziato i Carabinieri Forestali per il loro impegno a favore del creato e per il sostegno alle popolazioni locali.

Riprendendo la vita di San Giovanni Gualberto, la Lettera apostolica di Papa Pio XII, del 22 gennaio 1952, con la quale ha proclamato il Santo “Patrono delle Guardie Forestali d’Italia” e l’enciclica “Laudato sii” di Papa Francesco ha sollecitato i Carabinieri Forestali a continuare nell’opera di salvaguardia del creato, di educazione delle nuove generazioni ad amare e rispettare la creazione e a mettere in atto tutte quelle azioni finalizzate a promuovere la salvaguardia delle specie protette e in via di estinzione.

Il Comandante nel ringraziare Mons. Fusco e i convenuti ha ribadito che l’impegno di tutto il personale a salvaguardare, educare e promuovere sono stili propri di ogni Carabiniere Forestale di ieri e di oggi e che nuove sfide ci attendono.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0