Notizie 

CIRCOLO LAUDATO SI’ – VALLE PELIGNA: CAMMINATA DI RIFLESSIONE E DI PREGHIERA

Abbiamo fondato un Circolo LS pochi giorni prima della Settimana Laudato Si’ 2022 allo scopo di promuovere e diffondere sul nostro territorio la conversione all’ecologia integrale la quale può essere riassunta nella preoccupazione per la natura, la giustizia verso i poveri e l’impegno nella società. Decisi a partecipare all’importante evento mondiale in cui si celebrava il 7° anno della pubblicazione dell’enciclica di Papa Francesco, in una decina di giorni ci siamo messi in moto per organizzare una camminata di riflessione e di preghiera per il Creato: scegliere il testo di un Rosario con meditazioni tratte dalla “Laudato Si’”, fare un sopralluogo lungo il percorso, contattare la signora Franca per farci accogliere nel Santuario di Maria S.S. Incoronata, verificare eventuali richieste di autorizzazione, reperire una croce da portare alla testa del gruppo, preparare una locandina dell’evento, iscrivere il circolo sul Movimento LS, aprire una pagina Facebook e una email e infine diffondere la notizia tra i propri contatti.

Sabato 28 maggio alle ore 18,45 ci raduniamo nella Villetta di Sulmona e, dopo il saluto del vescovo mons. Michele Fusco e la sua introduzione alla preghiera, abbiamo iniziato la nostra camminata lungo viale Mazzini suscitando curiosità tra le numerose persone incrociate durante il percorso. Chi infatti si faceva il segno della croce, chi si fermava per un po’ con noi interrompendo l’attività che stava svolgendo e chi invece si univa a noi lungo il cammino. Al nostro passaggio qualcuno si affacciava ai balconi e alle finestre mentre gli automobilisti rallentavano riverenti e attenti a noi viandanti, segnandosi anch’essi col segno della croce si allontanavano lentamente. A mano a mano che ci avvicinavamo alla meta le case diventavano più rade mentre aumentava la vegetazione e i campi coltivati. Si avanzava nel segno della speranza vivendo la fatica e la gioia dell’andare a piedi, di recitare il Rosario, di ritrovare il piacere dell’acqua, della brezza e dell’ombra. Da questa inedita e nuova angolazione è scattata nei nostri cuori la consapevolezza che tutto è un dono di Dio. Arrivati lungo un antico canale di irrigazione ci siamo soffermati ad apprezzare l’abbondante acqua di cui la nostra valle è ricca evidenziando l’intelligente sistema idrico adottato in armonia con la natura sin dai tempi degli antichi Romani. Occasione questa per parlare della necessità di recuperare un sano rapporto con la natura e il Creato. Siamo arrivati al santuario intonando il Salve Regina ai piedi dell’altare con l’effige miracolosa della Madonna Incoronata per poi recitare la Preghiera per il Creato. La benedizione del vescovo e un canto a nostro Signore Gesù hanno concluso l’evento.