Notizie 

Chiusura Anno Giubilare – Centesimo anniversario della canonizzazione di Santa Margherita Maria Alacoque

Il prossimo 17 Ottobre si concluderà l’Anno Giubilare in occasione del centesimo anniversario della Canonizzazione di Santa Margherita Maria Alacoque, avvenuta il 13 Maggio 1920 sotto il Pontificato di Papa Benedetto XV.

Un anno iniziato lo scorso 16 ottobre 2019 con la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo Diocesano Mons. Michele Fusco, che ha visto momenti celebrativi come i Primi Venerdì del mese e le varie solennità dell’Ordine della Visitazione, e che ora volge al termine.

Un anno in cui non si è voluta mettere al centro l’apostola del Sacro Cuore di Gesù, ma il culto stesso al Cuore di Gesù che, rivelandosi alla Santa Monaca Visitandina, ha chiesto agli uomini di ogni tempo un atto di Amore e di riparazione al suo Cuore per essere ripagato delle freddezze degli uomini e per portarli alla salvezza eterna. Ecco le parole di Gesù durante un apparizione alla Santa: “Il Mio Divin Cuore è tanto appassionato d’amore per gli uomini e per te in particolare, che, non potendo  più contenere in sé stesso le fiamme  del suo ardente Amore, sente il bisogno di diffonderle per mezzo del tuo e di manifestarsi  agli uomini per arricchirli dei  preziosi tesori che ti scoprirò e che contengono  le grazie santificanti e in ordine alla salvezza, necessarie per ritirarli dal precipizio della perdizione”. In una parola: l’Amore vuole amore.

Ed è quello che è stato celebrato in questo anno in tutti i Monasteri dell’Ordine della Visitazione, a cui la Penitenzieria Apostolica ha concesso il dono dell’Indulgenza Plenaria. Quest’ultima potrà essere lucrata da tutti i fedeli che, entro l’anno giubilare, visiteranno la Concattedrale di San Pelino e si accosteranno al Sacramento della Riconciliazione e all’Eucarestia pregando secondo le intenzioni del Santo Padre.

Un anno che ha conosciuto Il Covid 19 ma che non ha fermato la nostra voglia di pregare il Signore; anche a porte chiuse le Monache hanno pregato e continuano a pregare per ciascuno di noi.

Francesco Domenicucci

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0