Notizie 

Anniversario dell’ingresso in diocesi di Mons. Fusco e annuncio della Visita Pastorale

Il 4 febbraio 2018 Mons. Michele Fusco, ordinato Vescovo un mese prima, faceva il suo ingresso solenne nella Cattedrale di San Panfilo in Sulmona, vestita a festa e gremita di fedeli. A distanza di due anni, gli stessi fedeli, insieme ai sacerdoti, ai seminaristi, ai religiosi e alle religiose della diocesi, si sono riuniti nella Cattedrale di San Pelino in Corfinio per rendere grazie a Dio, la cui bontà e vicinanza si rendono visibili nella cura e nella guida del Vescovo.

La celebrazione eucaristica si è aperta con il saluto e l’augurio del Vicario Generale Mons. Maurizio Nannarone, il quale si è fatto portavoce dell’intera comunità diocesana.

Nell’omelia il Vescovo ha ripreso una domanda rivolta ai fedeli già un anno prima: “Diocesi di Sulmona-Valva qual è il tuo sogno, quale chiesa sogni, desideri? È trascorso un anno, nel quale abbiamo percorso un altro tratto di strada insieme nel seguire il Signore Gesù. […] Il Signore non ci ha lasciato soli ma continua a camminare per le nostre strade e ci interpella, ci chiama a seguirlo. […] Alla Chiesa di Sulmona-Valva voglio ripetere le parole di Gesù: «Non temere, soltanto abbi fede». […] A noi che spesso siamo malati di autoreferenzialità, di clericalismo, capaci solo di criticare, a noi che pensiamo di essere immortali, che solo noi valiamo e gli altri sbagliano sempre, a noi che andiamo dietro ai pettegolezzi, pronti alla mormorazione, ad avere sempre la faccia triste, a noi che va tutto male e che ormai siamo rassegnati al fatto che debba andare tutto così e non possiamo far nulla, a noi Gesù ripete le parole: «Non temere piccolo gregge, ti sono accanto, sono con voi…», ci prende per mano, ci rivolge parole di vita. Talita Kum! Alzati, mettiti in cammino, Io sono con te. Esci da quel letto di morte e collabora con me a riportare speranza, a ridare amore a chi cerca un senso alla propria esistenza.”

Un’attenzione particolare è stata rivolta ai religiosi e alle religiose presenti, in occasione della XXIV Giornata Mondiale di preghiera per la Vita Consacrata, celebrata in tutta la Chiesa il 2 febbraio, festa della Presentazione di Gesù al Tempio. Sempre nell’omelia il Vescovo ha detto: “In questo giorno ringraziamo il Signore per il dono della Vita Consacrata, per i Religiosi e le Religiose, una presenza preziosa e operosa nella nostra Diocesi. Abbiate il coraggio di superare la folla, le difficoltà, gli ostacoli e le sfide del tempo moderno, per toccare il Maestro e poi buttarsi ai suoi piedi e ascoltare la sua voce, di guardarlo negli occhi per lasciarsi amare e salvare da Lui. Continuate nella nostra amata Chiesa ad indicare la strada della perfezione a tanti che la cercano.”

Al termine della celebrazione le fiamme di tante piccole candele hanno illuminato i volti dei consacrati e delle consacrate presenti: una piccola luce, portata in processione ai piedi della statua della Madonna, molto simile alla scintilla della chiamata che Gesù ha acceso nei loro cuori.

Prima della benedizione il Vescovo ha ringraziato tutti i presenti e ha comunicato l’intenzione di iniziare la Visita Pastorale nelle parrocchie.

“Dopo due anni dalla mia presenza, desidero visitare con più calma e sostare nelle comunità cristiane, per interrogarci su che cosa il Signore chiede alla nostra Chiesa locale, quali percorsi intraprendere.”

La visita pastorale sarà indetta ufficialmente il mercoledì Santo durante la celebrazione della Messa Crismale.

di Francesco Domenicucci

Share and Enjoy !

0Shares
0 0